Un uomo ha avviato un gruppo di maglieria per aiutare persone come lui a riprendersi dalla tossicodipendenza

Vuoi più ispirazione, notizie positive? Iscriversi per La roba buona, una newsletter per il bene della vita. Illuminerà la tua casella di posta ogni sabato mattina.

Per più di 20 anni, Nelson Mendonca ha lottato con una dipendenza dalle droghe che lo ha visto entrare e uscire di prigione.

C'è stato un tempo in cui temeva che il ciclo non sarebbe mai finito.
Ma un giorno mentre era incarcerato nella British Columbia, Canada, durante la pandemia di coronavirus, Mendonca prese un gancio da telaio — uno strumento per lavorare a maglia — che ha finito per cambiare la sua vita.
Ha aderito a un programma in cui ha imparato a lavorare a maglia. E ha passato mesi a fare cappelli — o cappelli — per i senzatetto.
    Dopo il suo rilascio dalla prigione a luglio, Mendonca si è unito alla Phoenix Society, un centro integrato di servizi per le dipendenze. Ora guida un gruppo di circa 10 uomini che finora hanno lavorato a maglia 200 cappelli donano a persone bisognose.
    “È l'unica cosa nella mia vita che non posso imbrogliare, manipolare, angoli tagliati, o trova una scappatoia, perché ho cercato di renderlo più veloce e più facile,” Mendonca, 41, ha detto alla CNN. “Ma devi solo seguire ogni passaggio, uno alla volta ancora e ancora.”
    “Ma se segui quella routine, sei gratificato con un cappello alla fine,” Egli ha detto. “Sembra una piccola cosa, ma per iniziare un cappello e finirlo e poi darlo a qualcuno, ha acceso in me una gioia che non avevo mai provato prima in vita mia.”

    Trovare la propria comunità

    Mentre Mendonca trascorreva le sue giornate a lavorare a maglia e realizzare le sue creazioni uniche, gli altri residenti della struttura iniziarono a prenderne atto.
    Uno per uno, L'hobby solista di Mendonca si è trasformato in una piccola comunità.
    Nel suo gruppo c'è il 31enne Michael Prokopchuk, che ha passato anni alle prese con la propria tossicodipendenza, che lo ha portato a un tentativo di suicidio prima di unirsi a Phoenix.
    “Dopo quasi quattro anni di dipendenza, era tempo di cambiare la mia vita,” Prokopchuk ha detto alla CNN. “Il nostro gruppo di maglieria mi ha aiutato tenendomi occupata la mente e dandomi un senso di comunità. Sono entrato in contatto con tutti nel nostro gruppo incombente e ho imparato alcune lezioni di vita di qualità dalla condivisione con il gruppo durante il mio tempo qui.”
    Toques fatte dagli uomini nel club di maglieria.

    Come membri della struttura completare il programma di trattamento residenziale intensivo di 90 giorni, hanno la possibilità di rimanere presso la struttura per due anni mentre continuano il loro recupero.
    Mendonca, che ha terminato il programma e ha scelto di restare, è abituato al suo gruppo di toquers in continua evoluzione. Ma con ogni nuovo membro, il gruppo diventa solo più unito.
    “È davvero bello avere qualcosa da fare, e le conversazioni che abbiamo riguardano i pon pon, colori, tesa, e ci ritroviamo seduti lì come se non potessimo credere a quello di cui stiamo parlando,” Ha detto Mendonca. “In qualche modo il nostro gruppo è composto esclusivamente da uomini, e ci ha trasformati tutti in softies.”

    Aiutare le persone bisognose

    Mentre il gruppo di Mendonca ha iniziato in modo organico, come un modo per aiutare se stesso ei suoi amici a superare le loro dipendenze, i loro sforzi non si sono fermati qui.
    “È stato un anno così impegnativo per così tante persone,” Keir Macdonald, CEO della Phoenix Society, ha detto alla CNN.
    “Chi è in convalescenza ha avuto un momento ancora più difficile a causa del dover essere isolato e fisicamente allontanato a causa della pandemia,” Egli ha detto. “Ma nonostante tutto, questo gruppo ha fatto scelte di vita positive da solo. Nelson ha iniziato questo per Nelson perché lo ha fatto sentire bene, e naturalmente è diventato qualcosa di molto più grande di quello.”
      I cappelli sono stati donati a gruppi emarginati che non indossano abiti pesanti durante questo periodo dell'anno — comprese le persone in rifugi per senzatetto, mamme single che avevano bisogno di qualcosa da regalare ai loro figli per Natale. Ci sono anche minuscoli cappellini per neonati quando i protocolli pandemici lo consentono.
      Mentre il gruppo continua a lavorare a maglia, la Phoenix Society lo è la raccolta di fondi per coprire tutte le esigenze finanziarie del club in 2021.

      I commenti sono chiusi.