Bryan Monroe, giornalista di lunga data ed ex redattore di CNNPolitics.com, muore a 55

Bryan Monroe, un professore di giornalismo ed ex redattore di CNNPolitics.com che una volta era a capo della National Association of Black Journalists e ha aiutato a guidare il Biloxi Sun Herald a un premio Pulitzer per la copertura dell'uragano Katrina, è morto. È stato 55.

Monroe è morto mercoledì mattina per un attacco di cuore nella sua casa di Bethesda, Maryland, dove ha vissuto con la famiglia, secondo Suzanne Malveaux, un amico di lunga data e corrispondente nazionale della CNN.
“Gli piaceva connettere persone che erano in mondi diversi — se era il mondo dei media, Hollywood, giornalismo, università,” Malveaux ha detto alla CNN. “Amava cucinare. Portava spesso le persone a casa sua — bene, non lo scorso anno, Sfortunatamente. E amava cuocere.”
In una lunga carriera giornalistica che ha incluso periodi come vice presidente e direttore editoriale della rivista Ebony and Jet e assistente vicepresidente delle notizie presso Knight Ridder Newspapers, Monroe ha condotto la prima intervista post-elettorale con l'ex presidente Barack Obama.
Sam Feist, Capo dell'ufficio di Washington della CNN e vicepresidente senior, ha detto di aver incontrato Monroe per la prima volta a 2008 dopo l'intervista a Obama.
“È stata un'intervista straordinaria ed è stato uno dei motivi per cui ho detto alla leadership della CNN che avremmo dovuto assumere Bryan Monroe come nostro redattore politico,” Feist ha detto in una e-mail. “Non ho mai incontrato qualcuno che fosse così a suo agio in qualsiasi ambiente — sia con un gruppo di politici, studenti, Giornalisti neri, o giornalisti bianchi. Bryan ha navigato in quei mondi meglio di chiunque altro e i ponti che ha costruito tra le persone e tra i gruppi dureranno per molto tempo.”
Monroe ha avuto l'ultima importante intervista con la leggenda del pop Michael Jackson due anni prima della morte di quest'ultimo nel 2009.
Bryan Monroe ha condotto l'ultima importante intervista con Michael Jackson in 2007 in New York.

“Sicuro, Sono rimasto scioccato quando ho sentito la notizia che il Re del Pop aveva lasciato il mondo,” Monroe ha scritto a giugno 2014. “Ma, in un modo, Non ero poi così sorpreso. Jackson, anche se turbato quanto lui, aveva dato tutto se stesso al mondo durante il suo 50 anni sul pianeta. E ora era nelle mani della storia.”
Monroe era la cattedra di Verizon e professore a Klein College of Media and Communication della Temple University. Davanti al tempio, era stato nominato editore di CNNPolitics.com, dirigendo la pianificazione editoriale e la strategia dei contenuti per la copertura politica online e mobile della CNN dal DC Bureau.
“Bryan ha spesso parlato dell'importanza di "collegare i punti’ nel giornalismo… il concetto di bridging idee e temi del quadro generale,” Meredith Artley, un vicepresidente senior e redattore capo di CNN Digital Worldwide, ha detto di Monroe. “Lo ha portato al lavoro e anche alla vita. Era un connettore di persone all'interno della CNN e dell'industria in generale. Era una calamita in qualsiasi lavoro o evento del settore, sempre circondato da persone e pronto con una bella storia o un'introduzione. Siamo stati fortunati ad averlo come leader e pensatore alla CNN, e nella comunità giornalistica in generale.”
“Bryan era una persona molto socievole e amava riunire le persone,” Malveaux ha detto.
“Era davvero bravo in questo. Era sempre dai grandi corrispondenti della Casa Bianca’ eventi, le palle e gli after party. Era il mio partner nel crimine perché ero troppo timido per avvicinarmi alle persone o presentarmi ed era come una farfalla sociale.”
Prima di diventare redattore di CNNPolitics.com in 2011, Monroe era professore in visita presso la Medill School of Journalism della Northwestern University. È stato presidente della National Association of Black Journalists da 2005 per 2007.
“Sono oltre il cuore spezzato,” Il presidente della NABJ Dorothy Tucker ha twittato mercoledì, aggiungendo che sarebbe seguita una dichiarazione ufficiale. “Bryan mi ha mandato un messaggio un paio di giorni fa solo per fare il check-in e chiedermi se avevo bisogno di qualcosa. Ciò di cui ho bisogno ora è sentire che questo è un sogno. Le mie condoglianze alla sua famiglia.”
In qualità di vicepresidente assistente delle notizie presso Knight Ridder, Monroe ha aiutato a guidare i giornalisti del Biloxi Sun Herald nel Mississippi al 2006 Premio Pulitzer Medaglia d'oro per il servizio pubblico per la copertura dell'uragano Katrina.
Malveaux ha ricordato di aver parlato con Monroe al telefono martedì, quando hanno parlato delle loro famiglie e dell'entusiasmo per il nuovo anno.
Durante un'estate tumultuosa di resa dei conti razziale in America dopo la morte di George Floyd per mano della polizia di Minneapolis, Monroe ha lamentato il bilancio della pandemia di coronavirus e della violenza della polizia sulla comunità nera.
“Ha messo in rilievo quanto poco di questo sia sotto il nostro controllo,” ha scritto in a Pezzo di opinione della CNN. “Noi, soprattutto, non sono i poliziotti per strada. Noi, soprattutto, non sono gli amministratori delegati nelle sale del consiglio. Noi, soprattutto, non sono gli elettori che eleggono i pubblici ministeri e i giudici. Non siamo seduti a tavola con cugini, zii e suoceri moderatamente razzisti che vengono derisi o semplicemente tollerati.
“Questa settimana ha mostrato quanto di ciò che è accaduto — e quante cose che devono cambiare — sono in maggioranza bianca. Hai il vero potere. Sei nelle posizioni di autorità. Se questo ti ha davvero colpito nel profondo, puoi effettivamente cambiare la cultura bianca. Dall'interno. Non possiamo.”
Un intenditore di buona cucina, Monroe era entusiasta di iniziare la vita come vegano circa sei settimane fa, secondo Malveaux.
“Era molto contento di tutte queste diverse ricette,” lei disse.
Ma era socializzare, intrattenere e creare connessioni che lo appassionavano di più, Malveaux ha detto.
“Faceva parte di diversi gruppi Zoom e chiamava in cui stava parlando con R.&B e artisti e giornalisti hip hop ed era sempre entusiasta di portare ospiti a parlare nella sua classe,” lei disse. “Ha sempre pensato a come puoi essere il tuo migliore, e come posso aiutare le persone a connettersi tra loro in modo che possano incoraggiarsi a vicenda e sostenersi a vicenda per dare il meglio.”
Monroe era il fondatore e amministratore delegato del Monroe Media Group, a Washington, Strategia multimediale basata su DC, società di comunicazione di crisi e personal branding, secondo LinkedIn. Era un Nieman Fellow presso l'Università di Harvard.
Monroe è nato in Germania mentre suo padre era nell'esercito.
È sopravvissuto alla sua fidanzata Abrielle (Abe), sua figlia Seanna, sono jackson, una sorella e suo padre.

I commenti sono chiusi.