La cattedrale ospita la funzione commemorativa dopo la morte del gatto randagio residente 'enormemente popolare'

La famosa Cattedrale di Southwark di Londra è tradizionalmente riconosciuta per il suo significato architettonico.

Ma negli ultimi anni la cattedrale gotica, che si trova sulla riva sud del fiume Tamigi, divenne noto per un altro motivo — la presenza di un gatto randagio, chiamato affettuosamente Doorkins Magnificat, che ha fatto l'edificio per la sua casa 12 anni prima di morire a settembre 30.
Con una mossa insolita, Andrew Nunn, il decano della cattedrale di Southwark ha ospitato un servizio di ringraziamento, che è stato trasmesso in live streaming mercoledì.
“Era enormemente popolare e aveva un enorme seguito su Twitter — ed è stato anche al centro delle visite di molte persone alla cattedrale,” Nunn ha detto alla CNN, aggiungendo che alcune persone che non potevano avere il proprio gatto nel centro di Londra la vedevano addirittura come un animale domestico.
    “Quando è morta la risposta è stata enorme, e sapevamo che dovevamo fare qualcosa — non c'era modo in cui potevamo semplicemente ignorare il fatto — e perché dovresti, l'abbiamo amata, e lei ha dato molto alla nostra vita,” Egli ha detto. “Sembrava del tutto appropriato.”
    Doorkins Magnificat — o Doorkins in breve — ha fatto della Cattedrale di Southwark la sua casa in 2008 dopo aver visitato tra Natale e Capodanno in cerca di cibo.
    Doorkins, la cui età era sconosciuta, è venuto per la prima volta alla cattedrale in cerca di cibo 2008.

    Negli anni, divenne un luogo comune presso la chiesa — se tentacolare tra i banchi, passeggiando per l'altare durante un servizio, o il ratto nel fieno del presepe nel periodo natalizio.

    Stato di celebrità

    Era anche presente durante una visita di Regina Elisabetta II nel 2012, che lei guardò con nonchalance prima di riaddormentarsi — con grande divertimento della regina, Nunn ha detto alla CNN.
    L'anno scorso, perché era diventata cieca e sorda, Doorkins è stato trasferito nella casa del verger della cattedrale, un funzionario della chiesa, che si prese cura di lei finché non morì pacificamente.
    Sui social media, molte persone hanno ringraziato Nunn per il “meraviglioso” e “toccante” servizio, e condiviso bei ricordi di Doorkins.
    La presentatrice Kate Bottley ha detto che il servizio le ha permesso di piangere sua zia, morto il mese scorso.
    “Non avevo ancora pianto, fino ad oggi. Ho guardato questo e ho pianto e pianto e pianto, perché sai cosa? Non si trattava di un gatto. Va bene se non lo capisci, va bene se pensi che sia stupido, ma per me questo ha aiutato, ha davvero aiutato,” lei ha scritto su Twitter.
    tuttavia, ha chiesto un vescovo se fosse uno scherzo, e ha etichettato il servizio “insensibile,” data la pandemia di coronavirus che ha reso difficile per le persone avere funerali adeguati per i propri cari.
    Nunn ha detto alla CNN di sì “nessun rimpianto” sul servizio, e ha detto di essere rimasto sorpreso da quante persone avevano detto di aver pianto guardando la diretta streaming.
    “C'è così tanta emozione in giro in questo momento, e qualche volta, qualcosa del genere può semplicemente rilasciarlo per le persone… È stato commovente oltre che emotivo,” Egli ha detto.
    Doorkins ha raggiunto persone che non avrebbe potuto fare, Nunn ha aggiunto.
      “Mi sono abituato al fatto che avesse più follower su Twitter di me — e che ha portato più persone in chiesa di quante ne farò mai io,” Nunn ha aggiunto.
      “Le persone entravano e non sarebbero state necessariamente frequentatrici della chiesa, ma sono entrati per trovare il gatto — e penso che si siano trovati molto ben accolti. Finire in uno spazio sacro e passare del tempo con un gatto faceva bene alle persone.”

      lascia un commento

      L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *

      *