Data di esecuzione fissata per il detenuto della Carolina del Sud ma farmaci per iniezione letali non disponibili

La Carolina del Sud sta per giustiziare un uomo, ma non ha i farmaci per iniezione letale per farlo. Ora il detenuto deve decidere se desidera morire per elettrocuzione o iniezione letale entro venerdì.

Richard Bernard Moore è stato condannato a morte per 1999 omicidio di un impiegato di un minimarket durante una rapina a Greensboro. Ma la Carolina del Sud non può portare a termine il dicembre 4 esecuzione per iniezione letale poiché l'ultima dose del suo farmaco è scaduta 2013, secondo il South Carolina Department of Corrections.
Moore ha tempo fino a venerdì per scegliere tra elettrocuzione o iniezione letale, secondo la legge statale. tuttavia, se Moore non sceglie, la scelta predefinita è l'iniezione letale. Da giovedì sera, Moore non ha deciso, dicono i suoi avvocati alla CNN.

Le aziende non vendono farmaci per l'esecuzione

    C'è una ragione per cui la Carolina del Sud non ha i farmaci per iniezione letale.
    “Le aziende non venderanno farmaci per l'esecuzione alla Carolina del Sud fino a quando la nostra legge statale non verrà modificata per proteggere le loro identità dagli attivisti contro la pena di morte, che sono stati molto efficaci nel raffreddare la vendita di farmaci ai dipartimenti di correzione in tutto il paese,” Chrysti Shain, ha detto alla CNN via e-mail il direttore delle comunicazioni per il dipartimento sud delle correzioni.
    Shain ha affermato che una legge sugli scudi darebbe allo stato un altro strumento per rivolgersi ai fornitori e dire loro che la loro identità sarebbe stata protetta.
    “Quattordici stati hanno leggi sugli scudi che proteggono le identità aziendali al fine di eseguire gli ordini di pena di morte. Da allora il dipartimento non ha più avuto farmaci per l'esecuzione 2013, quando sono scaduti i nostri ultimi farmaci. Anche, farmaci che il dipartimento ha ottenuto da un altro paese sono stati sequestrati dalla US Drug Enforcement Administration nel 2011,” Shain ha detto.

    Esecuzione in mezzo a una pandemia

    Gli avvocati di Moore hanno archiviato una sospensione della sua esecuzione presso la Corte Suprema dello stato dicendo che la Carolina del Sud sta cercando di eseguire l'esecuzione di Moore in base a un “velo di segretezza in mezzo a una pandemia globale.”
    “Il Dipartimento penitenziario della Carolina del Sud si rifiuta di rilasciare qualsiasi informazione su come intende eseguire l'esecuzione — dal tipo e dalla fonte dei farmaci per iniezione letale allo stato e ai test della sedia elettrica — creando il rischio di un'esecuzione tortuosa senza supervisione,” avvocati Lindsey Vann, Hannah Freedman e John Blume hanno detto in una dichiarazione.
    Hanno aggiunto che altri stati, compresi Texas e Tennessee, avere esecuzioni ritardate durante la pandemia Covid-19 per evitare il rischio inutile di diffondere la malattia mortale attraverso le numerose persone che devono essere coinvolte e assistere a un'esecuzione. Ma Shain ha detto che il dipartimento sta prendendo precauzioni a causa del Covid-19 e hanno un ampio piano di risposta al coronavirus.
      South Carolina Gov. Henry McMaster, ha anche pesato sul caso. “Abbiamo chiesto al legislatore di fornire un meccanismo in cui se i farmaci non sono disponibili allora [il metodo di esecuzione] potrebbe tornare automaticamente agli altri mezzi, ma questo non è stato superato,” McMaster ha detto. “Spero che il regista Sterling sia in grado di ottenere tutto ciò di cui ha bisogno per rispettare la legge della Carolina del Sud,” Ha aggiunto.
      La Corte Suprema dello Stato deve ancora pronunciarsi sulla mozione per la sospensione dell'esecuzione. L'ultima persona a essere giustiziata nella Carolina del Sud era dentro 2011.

      lascia un commento

      L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *

      *