L'editoriale di Forbes mette in guardia le aziende sull'assunzione di "fabulisti"’ dall'amministrazione Trump

L'editoriale di Forbes mette in guardia le aziende sull'assunzione di "fabulisti" dall'amministrazione Trump

Annullare chiunque fosse associato a Presidente Trump non unirà il nazione, Lo ha detto l'analista dell'Independent Women’s Forum Kelsey Bolar.

“Questo è solo l'ultimo esempio della cultura dell'annullamento e della grande epurazione che stiamo vedendo provenire dalla sinistra e dai repubblicani mai Trump,” Bolar ha detto “Volpe & Amici.”

Bolar ha detto che Biden è stato eletto presidente con l'idea di portare unità e un senso di normalità in questo paese, tuttavia, il “pericoloso cancellare la cultura” impedirà che ciò accada.

“Questa pericolosa cultura dell'annullamento, che vuole vietare a qualsiasi americano che ha avuto l'audacia di sostenere il presidente Trump o di lavorare nella sua amministrazione dall'essere in grado di fare qualcosa di semplice come avere un nuovo lavoro,” lei disse.

TRUMP HA RICONOSCIUTO CHE PORTA ALCUNA COLPA PER LA RIOT DI CAPITOL IN CONVERSAZIONE CON MCCARTHY: FONTI

Bolar ha reagito a Forbes avvertendo le società di non assumere funzionari associati a Trump in un recente editoriale.

Chief Content Officer della rivista Forbes, Randall Lane, ha avvertito le aziende che potrebbero prendere in considerazione l'assunzione di Kayleigh McEnany, Kellyanne Conway, Sarah Huckabee Sanders e altri che hanno lavorato per l'amministrazione Trump.

“Fallo conoscere al mondo degli affari: Assumi uno dei colleghi favolisti di Trump sopra, e Forbes presumerà che tutto ciò di cui parla la tua azienda o azienda sia una bugia,” Lane ha scritto in un pezzo pubblicato giovedì.

CLICCA QUI PER OTTENERE L'APP FOX NEWS

Bolar ha sostenuto che i media, La Big Tech e le multinazionali americane sono tutte intenzionate a cancellare chiunque fosse associato all'amministrazione Trump. Bolar ha detto che era un “tendenza molto pericolosa e preoccupante e non unirà il paese.”

“Ci dividerà e, ovviamente, c'è un enorme doppio standard di cui parlare qui, dove questo proviene dagli stessi media che hanno spacciato l'idea che il 2016 l'elezione è stata dirottata dai russi,” lei disse.

Bolar ha continuato a dire, “Nancy Pelosi ha twittato che il file 2016 l'elezione è stata dirottata e non ha subito alcun tipo di ripercussioni. I media hanno partecipato alla diffusione di quella narrativa. Non si ritengono responsabili, ma vogliono tornare indietro e dirci che chiunque abbia lavorato nell'amministrazione Trump non merita di avere un lavoro.”

I commenti sono chiusi.