L'ex senatore dello stato della Florida accusato di progetto di spoiler

Un ex senatore dello stato della Florida che rassegnato in disgrazia quattro anni fa è stato accusato giovedì di violazioni del finanziamento della campagna elettorale relative a una corsa al Senato statale molto contestata nel 2020 elezione, hanno detto le autorità.

Frank Artiles, 47, si è presentato alle autorità di Miami un giorno dopo che la sua casa era stata perquisita dagli investigatori dell'ufficio del procuratore dello stato di Miami-Dade.

Il principale procuratore della contea, Katherine Fernandez Rundle, ha accusato Artiles in una conferenza stampa giovedì pomeriggio di aver quasi pagato un vecchio amico $ 45,000 per montare un file candidatura falsa destinato a influenzare illegalmente le elezioni.
    Artiles, un agente repubblicano con una reputazione per la bocca sporca e i gomiti affilati, è accusato di finanziare un finto candidato la cui candidatura aveva lo scopo di sottrarre voti a un legittimo candidato democratico in una corsa al Senato statale nel 37 ° distretto della Florida meridionale. Il candidato ha lo stesso cognome dell'allora presidente democratico Jose Javier Rodriguez, ma non ha fatto attivamente campagna per il seggio e da allora ha ammesso di essere stato reclutato come spoiler.
      Quell'uomo, Alexis P. Rodriguez, 55, è stato anche addebitato in relazione al regime.
        La polizia rimuove gli oggetti dagli artigli' casa

        Artiles e Rodriguez affrontano accuse identiche: effettuare o ricevere due o più contributi alla campagna oltre o in eccesso rispetto ai limiti; cospirazione per effettuare o ricevere due o più contributi elettorali oltre o in eccesso rispetto ai limiti e false imprecazioni in relazione a votazioni o elezioni.
        “Affermiamo che questi vari pagamenti violano palesemente le leggi elettorali della Florida,” Fernandez Rundle ha detto. “Questi pagamenti avevano lo scopo di influenzare l'esito delle elezioni.”
          Il candidato repubblicano, Ileana Garcia, un ardente sostenitore dell'ex presidente Donald Trump, ha vinto la gara per poco 32 voti.
          Fernandez Rundle ha detto che non c'erano prove che Garcia fosse a conoscenza dello schema. Una portavoce di Garcia ha detto che il neoeletto senatore non aveva mai incontrato Artiles.
          In un messaggio a un giornalista della CNN poco prima che Artiles si arrendesse, il suo avvocato difensore, Greg Chonillo, ha detto il suo cliente “ha collaborato sin dall'inizio di questa indagine e durante l'esecuzione del mandato di perquisizione. A causa della natura delle accuse e del potenziale contenzioso, non commenteremo alcuna informazione relativa a questo argomento. Intendiamo difendere pienamente qualsiasi accusa in tribunale.”
          L'avvocato William Barzee, che rappresenta il candidato Rodriguez, ha detto alla CNN: “Frank Artiles e i suoi co-cospiratori sapevano di non poter battere Jose Javier Rodriguez in un'elezione equa, quindi l'hanno truccata. Artiles mirò cinicamente e usò un "amico vulnerabile"’ con un gran nome da correre in corsa per confondere gli elettori e rubare le elezioni. Alex Rodriguez si rammarica profondamente di essersi lasciato usare in questo modo e spera che, venendo alla luce con la verità, possa aiutare a correggere questi torti.”
          Anche Rodriguez è stato arrestato in relazione al caso, ha detto alla CNN un funzionario delle correzioni della contea di Miami-Dade.
          Le domande hanno cominciato a turbinare l'anno scorso in Florida media e circoli politici sulle elezioni del 37 ° distretto, come Lo ha riferito la CNN a novembre.
          Anche prima del suo arresto, Artiles era una figura controversa nella politica della Florida.
            Secondo il Miami Herald, nel 2014 è stato segretamente registrato riferendosi ai musulmani come “hajis,” e poi più tardi, nel 2017, ha usato la parola n e un altro linguaggio dispregiativo mentre parlava con i senatori neri della Florida.
            Artiles in seguito si è scusato per le osservazioni, il primo di due incidenti che alla fine lo hanno costretto a dimettersi dalla carica di senatore dello stato.

            I commenti sono chiusi.