L'esercito francese ottiene il via libera etico per i soldati bionici

Il Forze armate francesi ora hanno il permesso di sviluppare “soldati aumentati” a seguito di un rapporto di un comitato etico militare.

Il rapporto, rilasciato al pubblico martedì, considera trattamenti medici, protesi e impianti che migliorano “fisico, cognitivo, capacità percettive e psicologiche,” e potrebbe consentire il rilevamento della posizione o la connettività con sistemi d'arma e altri soldati.
Altri possibili interventi presi in considerazione dal comitato etico delle forze armate includono trattamenti medici per prevenire il dolore, stress e stanchezza, e sostanze che migliorerebbero la resilienza mentale se un soldato fosse fatto prigioniero.
La commissione ha detto che la Francia deve mantenere “superiorità operativa delle proprie forze armate in un contesto strategico impegnativo” nel rispetto delle regole che governano i militari, diritto umanitario e “valori fondamentali della nostra società.”
    Di conseguenza, ha vietato qualsiasi modifica che possa influenzare la capacità di un soldato di gestire l'uso della forza o influenzare il suo senso di “umanità.”
    Ulteriori esempi di modifiche vietate includono impianti cognitivi che influenzerebbero l'esercizio del libero arbitrio di un soldato, o cambiamenti che influenzerebbero il loro reinserimento nella vita civile.
    Il ministro delle forze armate Florence Parly ha detto “invasivo” aumenti come gli impianti non fanno attualmente parte dei piani militari.
    “Ma dobbiamo essere chiari, non tutti hanno gli stessi scrupoli di noi e dobbiamo prepararci per un simile futuro,” ha detto in un comunicato stampa pubblicato martedì.
    Parly l'ha fatto, tuttavia, lasciare la porta aperta a futuri cambiamenti nella politica.
    “È un'opinione che non è scolpita nella pietra e sarà regolarmente rivalutata alla luce degli sviluppi futuri,” lei disse.
    Il comitato etico della difesa è stato creato alla fine del 2019 e consiste di 18 persone provenienti da diversi settori. Ha il compito di fornire chiarezza sulle questioni etiche sollevate dalle potenziali applicazioni militari delle innovazioni scientifiche e tecnologiche, secondo il comunicato stampa.
    Segue il rilascio del rapporto una colonna di opinioni di John Ratcliffe, Direttore dell'intelligence nazionale degli Stati Uniti, nel Wall Street Journal, in cui ha espresso preoccupazione per la minaccia della Cina agli Stati Uniti e alla democrazia mondiale, così come i suoi piani per la tecnologia militare.
    “NOI. l'intelligence mostra che la Cina ha persino condotto test umani su membri dell'Esercito popolare di liberazione nella speranza di sviluppare soldati con capacità biologicamente potenziate,” Ratcliffe ha scritto.
    “Non ci sono confini etici nella ricerca del potere da parte di Pechino.”
    Il ministero degli Affari esteri cinese ha criticato l'articolo e ha invitato “alcuni politici dalla parte degli Stati Uniti” per “smettere di produrre e diffondere virus e bugie politici.”
      Nel 2016, La CNN ha riferito che l'esercito americano stava spendendo milioni per un impianto avanzato che avrebbe consentito a un cervello umano di comunicare direttamente con i computer.
      Il braccio di ricerca del Pentagono, l'Agenzia per i progetti di ricerca avanzata per la difesa (DARPA), spera che l'impianto permetterà agli esseri umani di interfacciarsi direttamente con i computer, a beneficio delle persone con disabilità uditiva e visiva, come i veterani feriti in combattimento.

      I commenti sono chiusi.