La giuria vota per non incriminare gli agenti di polizia a Rochester per la morte di Daniel Prude

Un gran giurì ha votato per non incriminare alcun ufficiale per la morte di Daniel Prude, un uomo nero morto dopo che la polizia lo aveva inchiodato a terra a marzo, Lo ha detto martedì il procuratore generale di New York Leticia James.

“Daniel Prude era alle prese con una crisi di salute mentale e ciò di cui aveva bisogno era compassione, cura, e l'aiuto di professionisti qualificati. Tragicamente, non ha ricevuto nessuna di queste cose,” James ha detto in una dichiarazione. “Abbiamo concluso che c'erano prove sufficienti che circondavano il sig. La morte di Prude per giustificare la presentazione del caso a un gran giurì, e abbiamo presentato il caso più completo possibile.
“Mentre so che la famiglia Prude, la comunità di Rochester, e le comunità in tutto il paese saranno giustamente devastate e deluse, dobbiamo rispettare questa decisione,” James added.
Police dash and body camera footage, released to the public months after the incident, showed officers handcuffing a naked Prude and covering his head with aspit sockafter he claimed he had the coronavirus and was spitting.
    The officers held him and pushed him to the ground in a prone position, according to the video, which also showed officers kneeling on Prude.
    EMTs arrived later and began to perform chest compressions, the video showed. Prude was placed on a gurney and into an ambulance.
    When Prude arrived at the hospital, he was brain-dead, according to his brother. He died a week later.
    Sette agenti di polizia coinvolti nell'arresto sono stati sospesi. Il sindacato di polizia ha insistito affinché gli ufficiali seguissero la loro formazione e i loro protocolli.
    Prude, 41, stava avendo un episodio di salute mentale a marzo 23 quando suo fratello Joe ha chiamato il dipartimento di polizia di Rochester per chiedere aiuto, la sua famiglia ha detto ai giornalisti.
    La morte di Prude è stata dichiarata un omicidio dal medico legale della contea di Monroe, secondo una copia del rapporto dell'autopsia ottenuto dagli avvocati per la sua famiglia. Il rapporto ha citato le complicazioni dell'asfissia nel contesto della contenzione fisica come reperto. Il rapporto ha anche citato il delirio eccitato e l'intossicazione acuta da PCP come cause di morte.
    I membri della famiglia hanno collegato la sua morte a marzo — due mesi prima La morte di George Floyd in circostanze simili — al movimento contro la violenza della polizia contro i neri. Le proteste sono scoppiate a Rochester dopo che il filmato della telecamera è stato rilasciato.
    La morte ha anche sollevato interrogativi su come la polizia risponde ai casi che coinvolgono persone in crisi di salute mentale. La polizia è spesso la prima a rispondere alle segnalazioni di una persona che agisce in modo irregolare, e occasionalmente usano tattiche o forza della polizia nella loro risposta.
    Il consiglio comunale di Rochester a settembre ha autorizzato il potere di citazione a uno studio legale della città di New York che guidava l'indagine indipendente sulla gestione del caso da parte della città — in particolare se ci fosse un insabbiamento interno, e come le informazioni sulla morte di Prude siano state tenute nascoste al pubblico nella città nella parte occidentale di New York.
    Nel mese di settembre, la città liberata 325 pagine di email interne, rapporti di polizia e altri documenti che mostravano uno sforzo concertato da parte della polizia e dei funzionari della città per ritardare il rilascio del filmato incriminante della telecamera.
    In un rapporto di incidente della polizia rilasciato, tra le tante modifiche, un po 'prosaico, Il nome di Prude è scritto nello spazio etichettato “Vittima.” Il nome di Prude è cerchiato in rosso, accanto a un grande, nota scritta a mano: “Rendilo un sospetto.”
    Il sindaco di Rochester, Lovely Warren, ha spinto fuori il capo della polizia prima del suo ritiro e ha sospeso altri due dipendenti della città.
      La sorella di Prude a settembre ha intentato una causa in tribunale federale contro l'ex capo della polizia, 13 ufficiali e la città, rivendicando in parte un insabbiamento del dipartimento della morte.
      L'ex capo della polizia, La’Ron Singletary, all'inizio di questo mese ha detto di non aver visto nulla “egregio” o qualsiasi condotta criminale da parte degli agenti di polizia quando ha guardato per la prima volta il video dell'incidente con la telecamera. Ha testimoniato in una deposizione virtuale a un investigatore indipendente.

      I commenti sono chiusi.