Assistente di volo delle Filippine violentata, ucciso alla festa di Capodanno; 11 uomini accusati

Assistente di volo delle Filippine violentata, ucciso alla festa di Capodanno; 11 uomini accusati

UN Filippino Compagnie aeree assistente di volo morì dopo essere stata violentata a una festa di Capodanno e tutto il resto 11 gli uomini che erano con lei sono stati addebitato con il suo stupro e omicidio, è stato rivelato martedì.

Christine Angelica Dacera, 23, è stata trovata priva di sensi nella vasca da bagno vuota della sua stanza al City Garden Grand Hotel di Makati City all'inizio di gennaio. 1, Il Philippine Daily Inquirer ha detto.

INFERMIERA INDONESIA SOSPESA DOPO AVER SESSO CON PAZIENTE COVID-19

Gli amici e il personale dell'hotel hanno portato la hostess filippina in un vicino ospedale, dove è stata successivamente dichiarata morta, i funzionari hanno detto al giornale.

Inizialmente sembrava essere morta per un aneurisma, ma la polizia ha detto che anche lei era morta “lacerazioni e sperma nei suoi genitali” così come i graffi sulle braccia e sulle gambe.

Dacera, 23, era un assistente di volo per Philippine Airlines (AMICO) Esprimere.

Dacera, 23, era un assistente di volo per Philippine Airlines (AMICO) Esprimere. (Christine Angelica Dacera @xtinedacera)

“Basato sull'indagine iniziale, è avvenuto abuso sessuale,” Portavoce della polizia nazionale filippina Brig. Gen. Ilderbrandi Usana ha detto al giornale.

La polizia della città di Makati lunedì ha presentato un'accusa provvisoria di stupro con omicidio contro 11 uomini che erano con lei durante la festa, diceva il giornale. Le accuse sono provvisorie in quanto i funzionari sono ancora in attesa dei risultati finali dell'autopsia e dei risultati tossicologici.

Tre dei sospettati sono stati arrestati mentre gli altri erano ancora cacciati, Il capo della polizia di Makati City Col. Harold Deposita ha detto al Daily Inquirer.

LA MORTE DI GIOVANI BRITANNICI IN MALESIA NON HA COINVOLTO ALTRE PERSONE: MEDICO LEGALE

“Solo tre di loro erano amici di Dacera. Gli altri le erano praticamente estranei, poiché erano conosciuti solo dai suoi tre amici,” ha detto il capo della polizia.

Lui ha detto alla CNN Filippine che avevano i sospetti “conflitto” storie - con alcuni addirittura che dicevano di essere gay.

Ma il capo della polizia ha insistito sul fatto che tutti nella stanza erano ugualmente responsabili del rifiuto di fermare lo stupro fatale di Dacera, che proveniva dal vicino South Cotabato.

“Lo lasciano semplicemente accadere. Avrebbero potuto fermarlo,” ha detto a Balitaan, secondo la CNN. “Questo è un classico esempio che un atto di uno è un atto di tutti.”

Il capo della polizia ha insistito su questo “vigore” sarebbe ancora da incolpare anche se ulteriori test confermassero che aveva un aneurisma.

“Di sicuro, c'era forza sul corpo. Quelle contusioni, abrasioni, quella lacerazione ... non è normale nel rapporto,” ha detto alla CNN.

Dacera era un assistente di volo per Philippine Airlines (AMICO) Esprimere, quale detto “piange la tragica morte.”

“Il nostro desiderio è che la verità venga fuori nell'interesse della giustizia,” la società ha detto al giornale martedì.

Sua madre, Sharon Dacera, si è appellato al presidente Rodrigo Duterte, dicendo che sua figlia era stata “trattato come un maiale” nel “barbaro” crimine.

“Christine non merita questa brutalità ... hanno bisogno di essere puniti,” disse la mamma addolorata, secondo il Daily Inquirer.

Un avvocato per la famiglia, Jose Ledda, ha negato che la hostess sarebbe morta per ubriachezza, sesso consensuale.

“Se quello era consensuale, o volontario, perché Christine non è qui per rispondere alle tue domande?” lui ha detto alla CNN.

I funzionari hanno anche rivelato che stanno indagando sul City Garden Grand Hotel, che è stato designato come un hotel di quarantena a cui è stato vietato di consentire agli ospiti di organizzare feste, CNN ha detto.

Il dipartimento del turismo ha scritto minacciando di sospendere l'accreditamento dell'hotel a meno che non potesse fornire una spiegazione adeguata in tre giorni, secondo una lettera ottenuta dall'outlet.

Questo articolo è apparso per la prima volta sul New York Post.

I commenti sono chiusi.