La nuova maschera per il viso di Razer ventila l'aria e amplifica la tua voce

Attrezzatura da gioco creatore Razer ha creato una maschera facciale riutilizzabile con un respiratore di grado medico e un microfono e un amplificatore integrati.

Soprannominato Project Hazel, la maschera, che è attualmente un concetto e non disponibile per l'acquisto, indirizzi “le questioni ambientali delle maschere usa e getta, migliorando le caratteristiche di un rivestimento protettivo personale multiuso,” secondo un comunicato stampa di Razer, pubblicato martedì.
L'azienda, un importante produttore di hardware noto per i suoi mouse e laptop, dice che la maschera utilizza un respiratore per uso medico N95; ventilatori staccabili e ricaricabili; e regolatori del flusso d'aria.
I ventilatori possono essere ricaricati e igienizzati inserendoli all'interno della scatola di ricarica wireless, che caratterizza la disinfezione delle luci UV.
L'azienda ha detto che l'impermeabile, la maschera antigraffio è realizzata in plastica riciclabile, riducendo ulteriormente il suo impatto ambientale.
La scatola di ricarica wireless igienizza anche la maschera utilizzando la luce UV.

Il design trasparente della maschera consente alle persone di vedere il viso di chi lo indossa, e le luci all'interno della maschera si attivano automaticamente al buio. Un microfono e un amplificatore migliorano il parlato ovattato.
E chi lo indossa può personalizzare il proprio look attivando due zone di illuminazione con una scelta di 16.8 milioni di colori e una varietà di effetti luminosi dinamici.
“Il concetto di maschera intelligente Project Hazel è pensato per essere funzionale, ma comodo e utile per interagire con il mondo, pur mantenendo un'estetica socievole,” Min-Liang Tan, Co-fondatore e CEO di Razer, ha detto nel comunicato.
Razer ha affermato che ottimizzerà la maschera attraverso test e feedback da parte degli utenti, ma non ha detto quando potrebbe metterla in produzione. La CNN ha contattato l'azienda per un commento.
In precedenza nella pandemia di coronavirus, Razer ha convertito gli stabilimenti di produzione in Cina per realizzare maschere per il viso.
E a maggio l'azienda, che ha sede sia a Singapore che a Las Vegas, ha detto che avrebbe distribuito milioni di maschere facciali gratuite a Singapore mentre il paese era alle prese con un'ondata di casi di coronavirus.

I commenti sono chiusi.