La presidente della RNC invita i funzionari del Michigan a sospendere la certificazione elettorale

La presidente della RNC invita i funzionari del Michigan a sospendere la certificazione elettorale

L'ultimo tentativo di fermare il Partito Repubblicano Del Michigan Board of State Canvassers di certificare il 2020 I risultati delle elezioni presidenziali sono stati presentati sabato in una lettera in cui si richiedeva un ritardo di due settimane.

Una lettera congiunta della presidente del Comitato nazionale repubblicano Ronna McDaniel e del presidente del GOP del Michigan Laura Cox, ha esortato il consiglio ad aggiornarsi per 14 giorni per consentire un controllo approfondito per evitare la "sfiducia e il senso di privazione dei diritti procedurali" da parte degli elettori del Michigan.

IL MICHIGAN DOVREBBE RITARDARE LA CERTIFICAZIONE DELL'ELEZIONE, DICE IL CANDIDATO GOP SENATO

McDaniel e Cox hanno indicato presunte "anomalie e rapporti credibili di irregolarità procedurali" nella contea di Wayne, che ha fatto notizia questa settimana dopo che due dei promotori del consiglio si sono inizialmente opposti alla certificazione dei risultati delle elezioni. Hanno quindi deciso di sostenerli, prima di cambiare nuovamente idea e archiviare affidavit per revocare il loro sostegno. Ciò non ha annullato efficacemente la certificazione del consiglio.

Ma la richiesta di sospendere la certificazione per consentire un audit è inutile come la legge del Michigan “proibisce gli audit prima della certificazione statale dei risultati delle elezioni,” secondo Jake Rollow, portavoce del Dipartimento di Stato del Michigan.

“I candidati hanno il diritto di richiedere un riconteggio dopo la certificazione elettorale, e se un riconteggio dovesse trovare un vincitore diverso, ciò potrebbe effettivamente cambiare il risultato delle elezioni,” Rollow ha detto in risposta.

“A quest'ora, non sono state segnalate prove di comportamenti scorretti diffusi o frodi, e giudici inizialmente nominati sia dai repubblicani che dai democratici hanno ritenuto del tutto prive di merito le accuse di frode diffusa,” Ha aggiunto.

Sono attesi diversi audit a seguito della certificazione delle elezioni.

Il presidente eletto Joe Biden ha vinto il Michigan per più di 155,000 voti, sebbene la campagna di Trump abbia intentato diverse cause legali che contestano i risultati delle elezioni sostenendo elettori e frodi elettorali, nessuna delle quali ha resistito in tribunale. La campagna Trump ha ritirato la sua causa finale giovedì nello stato del Great Lake.

Il Michigan Board of Canvassers è pronto a certificare ufficialmente i risultati delle elezioni lunedì.

Repubblicano degli Stati Uniti. Il candidato al Senato John James, che non ha ancora concesso la sua corsa al senatore democratico in carica. Gary Peters, fatto un simile richiesta per un ritardo al consiglio venerdì.

"Le irregolarità procedurali e contabili individuate dalla richiesta della campagna di James sono credibili, profondamente preoccupante, e minacciano di minare Michiganders’ fede nell'integrità del novembre 2020 Elezioni generali,”Ha detto sabato la dichiarazione congiunta. "Semplicemente sorvolare su quelle irregolarità ora senza un controllo approfondito non farebbe altro che alimentare sentimenti di sfiducia tra l'elettorato del Michigan".

La dichiarazione è arrivata il giorno dopo che il presidente Trump ha incontrato il leader della maggioranza al Senato del Michigan Mike Shirkey e il presidente della Camera Lee Chatfield, entrambi repubblicani – in un sospetto tentativo della sua campagna di ribaltare i risultati delle elezioni statali.

A seguito dell'incontro del venerdì pomeriggio con Trump e il suo team legale, i funzionari legislativi del Michigan hanno affermato di non aver trovato "prove che" cambierebbero il risultato delle elezioni ".

I LAWMAKERS DEL MICHIGAN SI INCONTRANO CON TRUMP, DIRE CHE NON SONO A CONOSCENZA DI INFORMAZIONI CHE CAMBIANO I RISULTATI DELLE ELEZIONI

"I candidati che ottengono il maggior numero di voti vincono le elezioni e i voti elettorali del Michigan," loro hanno detto.

“Non siamo ancora stati messi a conoscenza di alcuna informazione che potrebbe cambiare il risultato delle elezioni in Michigan e, come leader legislativi, seguiremo la legge e seguiremo il normale processo relativo agli elettori del Michigan, proprio come abbiamo detto durante queste elezioni,” i legislatori hanno continuato.

CLICCA QUI PER OTTENERE L'APP FOX NEWS

"Il processo di certificazione del Michigan dovrebbe essere un processo deliberato, privo di minacce e intimidazioni. Le accuse di comportamento fraudolento dovrebbero essere prese sul serio, indagato a fondo, e perseguito nella misura massima consentita dalla legge. "

Morgan Phillips ha contribuito a questo rapporto.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *

*