Alto funzionario della sicurezza diplomatica rimosso dal ruolo in Afghanistan dopo aver dichiarato la `` morte dell'America '' quando Trump ha perso le elezioni

Washington Il massimo funzionario della sicurezza diplomatica del Dipartimento di Stato in Afghanistan è stato rimosso dal suo ruolo per aver dichiarato il “morte dell'America” e facendo commenti razzisti su Kamala Harris in un post sulla sua pagina Facebook quando il presidente Donald Trump ha perso il novembre Elezioni presidenziali, secondo quattro fonti che hanno familiarità con la questione.

“Giornata triste nella storia americana. Un'elezione fraudolenta che ha inaugurato un idiota senile e una donna che afferma di essere nera, ma non lo è,” Nick Sabruno ha scritto in un post recensito dalla CNN. “Il tuo (sic) assistere alla morte dell'America come la conosciamo e restare in attesa mentre tutte le nostre libertà vengono erose.”
Dopo aver saputo del post, l'ambasciatore americano ad interim in Afghanistan, Ross Wilson, dichiarò di aver perso la fiducia in Sabruno e fu rimandato a Washington, secondo le fonti che hanno familiarità con la questione.
    Lavora ancora presso il Dipartimento di Stato ma non è attualmente assegnato a un ruolo o ufficio specifico, hanno detto tre fonti che hanno familiarità con la questione.
      Il dipartimento chiarisce ai dipendenti di tutto il mondo che sono considerati il ​​volto pubblico dell'America nei confronti del mondo e che dovrebbero rappresentare i valori della nazione. Gli è vietato utilizzare i propri account personali sui social media per impegnarsi in attività politiche di parte, secondo il Manuale degli affari esteri. Il manuale non presenta ripercussioni esplicite.
        Il Dipartimento di Stato ha rifiutato di discutere i dettagli della situazione di Sabruno.
        “Non commenteremo le questioni relative al personale interno oltre a dire che si tratta di opinioni personali e non rappresentano quelle del Dipartimento di Stato,” ha detto un portavoce del Dipartimento di Stato. “Come dipartimento, abbracciamo e sosteniamo la diversità, equità e inclusione come fonte di forza.”
          Mentre era in Afghanistan, Sabruno era incaricato di sorvegliare la sicurezza di uno degli Stati Uniti’ missioni diplomatiche più pericolose. Centinaia di personale del governo degli Stati Uniti lavorano presso l'ambasciata a Kabul.
          Sabruno non ha avuto successo quando ha sostenuto che i suoi commenti erano protetti dai principi della libertà di parola nel Primo Emendamento, ha detto un attuale ed ex funzionario del Dipartimento di Stato.
          Non ha risposto alla richiesta di commento della CNN.

          'Guarda come crolla tutto’

          Il post di 8 frasi su Facebook di Sabruno ha anche attaccato le politiche democratiche e altri politici di spicco.
          “Guarda tutto crollare e poi ti chiederai cosa è successo al nostro paese,” Sabruno ha continuato a dire nel suo post.
          Il profilo di Sabruno non è più visibile durante la ricerca su Facebook. Si identifica come professionista delle forze dell'ordine e della sicurezza presso il servizio di sicurezza diplomatica su LinkedIn.
          Il suo post su Facebook è stato ferocemente condannato da un certo numero di funzionari del dipartimento, che subito hanno iniziato a condividerlo tra loro, hanno detto due funzionari.
          “Penso che sia completamente fuori luogo. E sono dannatamente orgoglioso dei passi che abbiamo fatto per rimuoverlo dal posto abbastanza velocemente,” ha detto un funzionario del Dipartimento di Stato a conoscenza della questione. “Se il tuo discorso mette le persone a disagio e le fa sentire che è un ambiente di lavoro ostile che si è spinto troppo oltre.”
          Alcuni dei colleghi di Sabruno hanno riconosciuto che le sue opinioni potrebbero essere condivise da alcuni funzionari del Dipartimento di Stato — in particolare quelli della sicurezza diplomatica — in privato.
          Con commenti partigiani travolgenti piattaforme di social media durante il periodo elettorale, I funzionari del Dipartimento di Stato dovevano stare attenti a mantenere il loro giuramento alla Costituzione e non a nessun partito politico. In una nota a livello di dipartimento la scorsa estate, la forza lavoro del Dipartimento di Stato è stata avvertita di non impegnarsi in attività politiche.
          “Sei un politico come ufficiale di servizio straniero e se te ne dimentichi, dimentichi chi sei,” ha detto un ex alto funzionario della sicurezza diplomatica.
          L'ex segretario di Stato Mike Pompeo ha svolto una manciata di controversi impegni politici quando ha guidato il dipartimento.
            Il suo successore Antony Blinken ha detto che non parteciperà alla politica o ai dibattiti politici mentre è segretario.
            “Per quanto riguarda il Dipartimento di Stato, deve essere — e se ho qualcosa da dire al riguardo, sarà — un'istituzione apartitica che cerca solo di promuovere l'interesse nazionale,” Aveva detto Blinken durante l'udienza di conferma.

            I commenti sono chiusi.