Un uomo della Carolina del Sud fa causa alla città di Rock Hill, affermando che la polizia gli ha ordinato di uscire di casa nudo e lo ha tenuto sotto tiro mentre perquisiva casa sua

Un uomo della Carolina del Sud ha intentato una causa contro la città di Rock Hill lunedì, sostenendo che gli agenti di polizia gli hanno ordinato di uscire di casa nudo e lo hanno tenuto sotto tiro mentre perquisiva la sua casa 2019.

Jethro DeVane, 71, ha citato in giudizio la città per colpa grave, aggressione civile e percosse, inflizione intenzionale di angoscia emotiva e indignazione, falsa reclusione, abuso di processo, cospirazione civile e violazioni della costituzione dello Stato, secondo una copia della denuncia ottenuta dalla CNN.
Le accuse derivano da un incidente avvenuto a giugno 3, 2019, durante il quale gli agenti hanno risposto a una chiamata di un cittadino che ha assistito a quattro minori all'interno dell'auto della persona. Citando un rapporto della polizia sull'incidente, la denuncia dice gli ufficiali “ha cercato nel campo in cui i sospetti sono stati visti l'ultima volta ma non ha visto nessuno.”
DeVane non viveva vicino alla casa in cui era stata chiamata la polizia, secondo la denuncia. Il rapporto citato nella denuncia afferma che gli agenti hanno continuato la ricerca dopo che quattro maschi sono stati visti correre. Gli ufficiali hanno poi visto la porta aperta di una casa, dove hanno localizzato DeVane, ma non ho trovato i giovani.
    Il rapporto della polizia che descrive l'interazione dell'agente con DeVane è “non un vero resoconto di ciò che è accaduto,” dice la denuncia.
    Justin Bamberg, uno degli avvocati di DeVane, ha detto martedì durante una conferenza stampa che DeVane “è stato trattato meno che umano.”
    “È stato tirato fuori di casa alle 70 Anni, completamente nudo, tenuto sotto la minaccia delle armi, e non è stato nemmeno trattato con un briciolo di decenza,” Bamberg ha detto.
    DeVane sta chiedendo scuse formali al sindaco di Rock Hill John Gettys, e chiede che gli agenti di polizia di Rock Hill vengano riqualificati “perquisizioni e sequestri adeguati, e la decenza umana,” Bamberg ha detto.
    La CNN ha contattato l'ufficio del sindaco per un commento.

    Denuncia: DeVane era "aggressivo’ ordinato di uscire da casa sua

    DeVane ha detto che era nella sua camera da letto sdraiato per dormire quando ha notato una luce che filtrava attraverso una finestra, secondo la denuncia.
    Andò a controllare il suo cortile attraverso la porta sul retro di casa sua quando vide una torcia in lontananza che si muoveva verso casa sua da un'altra casa.
    La denuncia dice che uno degli agenti ha saltato la recinzione che separa il cortile di DeVane dalla casa del vicino e ha iniziato a correre verso la casa dell'uomo dopo che un altro agente ha detto alla radio che una porta sul retro era aperta.
    DeVane ha detto che ha iniziato a chiudere lentamente la porta perché non sapeva chi fosse la persona, secondo la denuncia. Nel metraggio della cam del corpo, si sentono dire gli ufficiali “Polizia di Rock Hill, fammi vedere le tue mani! Fammi vedere le tue fottute mani! Esci! Esci! Non chiudere quella porta, cazzo!”
    Secondo la denuncia, l'ufficiale era “puntando aggressivamente la sua arma da fuoco fornita dal dipartimento” presso DeVane e “imprecando contro di lui, stava per sparargli.” DeVane ha detto all'ufficiale che viveva in casa.
    La denuncia aggiunge DeVane era “aggressivamente” ordinato di uscire di casa e nel suo cortile “completamente nudo.” Gli agenti hanno perquisito la sua casa mentre l'ufficiale che gli si è avvicinato per primo lo ha tenuto sotto tiro, costringendo l'anziano a “tenere le mani sul muro esterno della casa,” dice la denuncia.
    A seguito della perquisizione casa, l'ufficiale che ha trattenuto DeVane gli ha detto che stavano cercando un gruppo di giovani “correre in giro cercando di entrare in auto,” dice la denuncia.
    Il video della telecamera del corpo della polizia condiviso dagli avvocati di DeVane mostra che dopo che gli agenti di polizia hanno perquisito la casa, l'ufficiale che tratteneva DeVane disse all'anziano che era “buono per entrare.” L'ufficiale ha ringraziato DeVane e si è scusato.
    Secondo la denuncia, DeVane “ha fatto del suo meglio per mantenere la calma, rispettare i comandi dell'ufficiale, e offrire informazioni all'ufficiale quando consentito, anche dopo che è stato trattato così male.”
    La denuncia sostiene che gli agenti non avevano un mandato di perquisizione e non chiedevano il permesso di perquisire la casa di DeVane, rompere la politica del dipartimento.

    La polizia afferma che gli agenti hanno agito nell'ambito delle politiche stabilite dal dipartimento’

    A seguito dell'incidente, DeVane ha presentato una denuncia cittadina alla città, secondo la denuncia.
    Il capo del dipartimento di polizia ha stabilito che mentre l'ufficiale che tratteneva DeVane era “scortese,” gli ufficiali hanno agito all'interno del dipartimento “politiche stabilite e procedure operative standard.”
    In una dichiarazione alla CNN, il dipartimento di polizia ha detto di non commentare le controversie pendenti. Il dipartimento ha fornito la dichiarazione in cui ha rilasciato 2019, che dice gli ufficiali “si è concentrato sulla residenza a causa delle circostanze che li hanno condotti lì.”
    “Con la ragionevole convinzione i soggetti avrebbero potuto correre all'interno della residenza, la residenza apparentemente abbandonata, e nell'interesse della sicurezza pubblica per assicurarsi che nessun altro fosse all'interno di essere danneggiato, i nostri ufficiali hanno deciso di controllare fisicamente la residenza,” dice la dichiarazione.
    Secondo la dichiarazione, “Sig. DeVane è stato arrestato dagli agenti per motivi di sicurezza poiché la residenza non era ancora completamente controllata. Gli ufficiali hanno quindi condotto una pulizia protettiva della residenza. Una volta che gli ufficiali sono stati in grado di verificare il sig. L'identità di DeVane e il resoconto del suo essere nella residenza hanno lasciato la scena e hanno continuato a controllare l'area per i soggetti che hanno fatto irruzione nel veicolo.”
      Durante la conferenza stampa di martedì, DeVane ha detto quella notte lui “svegliato da un incubo.” Ha detto di aver fatto quello che gli aveva detto l'agente di polizia che si era avvicinato.
      “Ha l'arma, Io non,” Egli ha detto. “Avrebbe potuto togliermi la vita in un minuto.”

      I commenti sono chiusi.