Tre arrestati dopo che un delfino del fiume Gange, in via di estinzione, è stato picchiato a morte in India

Nuova Delhi, India Polizia in India Lo stato dell'Uttar Pradesh settentrionale ha arrestato tre persone presumibilmente coinvolte nell'uccisione del delfino del fiume Gange in via di estinzione dopo che un video del triste incidente è diventato virale sui social media, secondo la polizia locale.

L'agente investigativo Akhilesh Pratap Singh ha detto alla CNN che la carcassa del delfino è stata trovata sull'argine del canale Sharda nel distretto di Pratapgarh a dicembre 31.
Di giovedì, tre persone presumibilmente viste nel video sono state arrestate, ha detto la polizia. Nove persone — visto anche nel video — sono attualmente ancora in fuga, secondo Singh.
Il video mostra un gruppo di uomini con bastoni e un'ascia che picchia a morte il delfino. Alcuni risero mentre il corpo quasi senza vita del delfino veniva trascinato dalla pinna nell'acqua bassa.
Ufficiale forestale Varun Singh, che faceva parte delle indagini iniziali, ha detto alla CNN che il delfino era un delfino adulto del fiume Gange.
Il delfino del fiume Gange era “una volta presente in decine di migliaia di numeri” ma ora ha “diminuì abissalmente” a una popolazione inferiore a 1,800 nel secolo scorso, secondo il World Wildlife Fund (WWF) India.
“Vivere in una delle parti più densamente popolate del mondo, il delfino del fiume Gange è minacciato dall'agricoltura e dall'inquinamento industriale e da altre attività umane come la creazione di dighe, progetti di irrigazione e pesca,” secondo il WWF, chi dice quello sviluppo “divide e isola le popolazioni.”
Il raro delfino d'acqua dolce è essenzialmente cieco, ed è conosciuto localmente come “latte,” un riferimento al rumore che fa quando respira, secondo il WWF.
Quando caccia, il delfino emette suoni ultrasonici che rimbalzano sui pesci e altre prede che consentono loro di visualizzare un'immagine nella loro mente.
Le femmine di delfino del fiume Gange partoriscono una volta ogni due o tre anni solo un vitello, secondo il WWF.

I commenti sono chiusi.