Travis Roy, 45, Giocatore BU paralizzato nella prima partita, è morto

Travis Roy, 45, Giocatore BU paralizzato nella prima partita, è morto

Travis Roy, il giocatore di hockey della Boston University che era paralizzato 11 secondi nel suo primo turno universitario e ha continuato a essere un oratore motivazionale e difensore dei disabili, è morto. È stato 45.

La sua morte è stata confermata dal dipartimento atletico della BU e dalla Fondazione Travis Roy.

CLICCA QUI PER MAGGIORE COPERTURA SPORTIVA SU FOXNEWS.COM

“È con il cuore pesante che piangiamo la scomparsa di Travis Roy,"Ha detto la scuola. “La sua storia è l'epitome di ispirazione e coraggio, ed era un modello e un eroe per tante persone. La sua eredità durerà per sempre, non solo all'interno della comunità della Boston University, ma con le innumerevoli vite, ha avuto un impatto in tutto il paese.”

Roy era una matricola di 20 anni che faceva il suo debutto per i campioni in carica NCAA nel 1995-96 apertura della stagione quando si è schiantato a capofitto contro le tavole dopo aver controllato un avversario del North Dakota.

L'incidente lo ha lasciato tetraplegico.

Dalla sua sedia a rotelle, ha tenuto discorsi motivazionali per aiutare a raccogliere fondi per una fondazione che finanzia la ricerca e l'acquisto di attrezzature per le vittime di paralisi. Il messaggio che ha condiviso: Fai il meglio con ciò che hai e non soffermarti sulla tua sfortuna.

“Mi piace dire il primo 20 anni ho avuto una vita piena di passione e l'ultima 20 Ho avuto una vita piena di obiettivi,"Ha detto in un'intervista all'Associated Press poco dopo essersi voltato 40. “Il sogno è avere entrambi allo stesso tempo, ma sono fortunato. Prendo uno dei due. "

Nel 1997, Roy ha creato la Travis Roy Foundation, che ha raccolto più di $ 9 milioni - la metà per la ricerca, e metà per fornire attrezzature per chi ha lesioni al midollo spinale. Roy, che era in grado di controllare il joystick che manovrava la sua sedia, riacquistò pochi movimenti dopo l'infortunio e non aveva alcuna sensazione sotto la metà del petto.

"Ho solo pensato che la ricerca sarebbe andata avanti e per il momento lo ero 40 Potrei avere di nuovo una possibilità di normalità,"Ha detto Roy all'AP 2015, "Alcuni bambini e una moglie e non vivono più con l'assistenza domiciliare 24 ore su 24".

Il mondo dell'hockey ha condiviso le sue condoglianze giovedì.

“Travis Roy è stato il massimo simbolo di determinazione e coraggio,”Ha detto l'ex star dei Boston Bruins e attuale presidente della squadra Cam Neely. “L'impatto che Travis ha avuto sulla comunità di hockey del New England è incommensurabile, e la sua incessante difesa della ricerca sul midollo spinale è stata fonte di ispirazione ".

Il figlio di un manager di una pista di hockey del Maine che ha iniziato a pattinare quando era 20 Vecchio di mesi, Roy è andato alla North Yarmouth Academy e alla Tabor Academy prima di iscriversi alla BU. Entrambe le scuole superiori hanno intitolato a lui le loro piste.

BU ha ritirato il suo n. 24 nel 1999; si è diplomato alla scuola con una laurea in comunicazione la prossima primavera.

“Penso sempre a quanto sono grato,"Roy ha detto all'AP cinque anni fa. “La cosa che mi passa per la mente ogni tanto è, "Grazie a Dio non è stata una lesione cerebrale." Non voglio pietà. "

CLICCA QUI PER OTTENERE L'APP FOX NEWS

Tra i giocatori di 1995-96 Il team BU Terrier era il futuro NHLers Chris Drury, Jay Pandolfo, Shawn Bates e Mike Grier. L'allenatore Jack Parker è un reclutato negli Stati Uniti. Hockey Hall of Fame; L'eroe olimpico Mike Eruzione era un assistente allenatore.

Roy ha detto che di tanto in tanto pensava a cosa sarebbe potuto accadere se non fosse stato ferito.

"Ci sono momenti in cui è piuttosto divertente pensarci," Egli ha detto. "È anche un po 'triste non sapere la risposta.”

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *

*