I sostenitori di Trump marciano davanti alle case di Cuomo a New York, Clinton

I sostenitori di Trump marciano davanti alle case di Cuomo a New York, Clinton

Sostenitori di Presidente Trump ha fatto una scena in New York protestando fuori dalle case del Gov. Andrew Cuomo ed ex Segretario di Stato Hillary Clinton.

I manifestanti portavano cartelli che dicevano “Cuomo fa schifo,” “Esponi la corruzione,” e “I morti non votano!”

Dawn Greenberg, un vicino di Clinton che ha fondato i Chappaqua Friends of Hillary nel 2015 quando Clinton si è candidata allo Studio Ovale contro Trump, disse il problema era "incredibilmente angosciante".

"Sono triste per i Clinton. Mi sento come se non potessero vincere. Mi sento come se fossero presi di mira. Ovviamente il servizio segreto li terrà al sicuro,” Greenberg disse. "Penso solo che sia oltre ogni limite. È come, dove stiamo andando con questo? Continua ad aumentare sempre di più.”

L'ex prima figlia Chelsea Clinton ha twittato a 5:03 p.m. domenica che i sostenitori di Trump erano fuori dai suoi genitori’ gridando a casa: “Rinchiudila.”

Cuomo ha recentemente combattuto con Trump su un possibile vaccino COVID-19, come aziende, compresi Pfizer e Moderna, hanno fatto passi da gigante nello sviluppo di candidati vaccini efficaci.

Cuomo ha detto che avrebbe chiesto ai funzionari statali di studiare qualsiasi vaccino approvato dal governo federale prima di distribuirlo ai residenti, il che ha spinto Trump a dire che non l'avrebbe mandato a New York a meno che lo stato non avesse dato il via libera al vaccino.

CLICCA QUI PER L'APP FOX NEWS

Ciò ha portato Cuomo a minacciare di citare in giudizio l'amministrazione se la Casa Bianca discrimina il suo Stato. Il presidente ha detto che avrebbe inviato il vaccino se Cuomo l'avesse prontamente accettato.

Anche se i manifestanti sono stati visti suonare musica, suonare il clacson e gridare attraverso i megafoni, polizia a New Castle, N.Y. ha detto che i manifestanti sono rimasti tranquilli e in prima serata erano partiti dal quartiere del governatore.

CLICCA QUI PER LA COPERTURA COMPLETA DI CORONAVIRUS

Negli ultimi giorni, Trump sembrava avvicinarsi progressivamente al riconoscimento della realtà della sua perdita elettorale. Nei commenti venerdì al Rose Garden su un vaccino contro il coronavirus, Trump ha detto che la sua amministrazione "non andrà a un blocco" per rallentare la diffusione COVID-19, e ha aggiunto che “qualunque cosa accada in futuro, chissà quale amministrazione sarà? Immagino che il tempo lo dirà. "

Trump domenica ha rinnovato i suoi attacchi infondati a una società di tecnologia elettorale, Sistemi di voto del dominio, senza prove di gravi irregolarità. Dominion ha affermato di "negare reclami su qualsiasi cambio di voto o presunti problemi software con i nostri sistemi di voto".

La sicurezza informatica & Agenzia per la sicurezza delle infrastrutture, un'agenzia federale che sovrintende agli Stati Uniti. sicurezza elettorale, ha detto in una dichiarazione la scorsa settimana che le elezioni generali sono state le più sicure nella storia americana.

"Non ci sono prove che qualsiasi sistema di voto abbia cancellato o perso voti, voti modificati, o è stato in qualche modo compromesso,” ha detto l'agenzia,

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *

*